Overmarine vara il quinto Mangusta 94

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

Il varo del quinto Mangusta 94

Varato a Viareggio il quinto Mangusta 94. Con il battesimo del nuovo yacht, Overmarine Group celebra ancora una volta il successo del brand Mangusta, con la serie che rappresenta un’eccellenza nel mondo della nautica: i maxi open. Si tratta del settimo esemplare destinato al mercato americano negli ultimi cinque anni, a cui seguirà a breve un ottavo.
Le ragioni di un successo di questa portata sono molteplici, a cominciare dalla decisione di introdurre nel mercato una nuova serie di modelli che soddisfa appieno le esigenze degli armatori, tra le quali spicca la capacità di navigazione in bassi fondali, requisito essenziale per muoversi in paradisi marini come la Florida e le Bahamas, o gli Hamptons nel periodo estivo. Un’efficacia che si è ulteriormente consolidata grazie alla strategia di marketing.
Attraverso un piano di azioni mirate, infatti, Overmarine Group ha stabilito un ottimo contatto con il pubblico americano, che sempre più associa il brand Mangusta ai nuovi modelli dell’azienda e ne apprezza i valori. Bellezza estetica, impostazione funzionale, comfort di bordo assoluto e qualità ingegneristica sono gli elementi più presenti nella percezione di Mangusta da parte degli armatori. Così come il cantiere, apprezzato dal target perché simbolo di un’azienda familiare, solida, organizzata, in grado di garantire attenzione e assistenza sul territorio al più alto livello, che lavora nella nautica da oltre 60 anni.
Il quinto Mangusta 94 è un interprete perfetto del concetto di Maxi Open Mangusta. Grande impatto visivo, linee che coniugano sportività e stile senza tempo, massima avanguardia tecnologica per una navigazione sempre impeccabile. Lo yacht ideale che unisce il desiderio di raggiungere la propria meta con il comfort più totale, e una velocità sorprendente. Grazie ai motori Mtu 16V2000 M96L che spingono Mangusta 94 oltre i 36 nodi di massima.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *