E26 Classic e Rider, Cranchi svela i segreti

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

  • Cranchi svela i segreti: nella foto E26 Classic
    Cranchi svela i segreti: nella foto E26 Classic
  • E26 Classic, la plancia di comando
    E26 Classic, la plancia di comando
  • E26 Classic visto da poppa
    E26 Classic visto da poppa
  • E26 Rider, il luxury day tender
    E26 Rider, il luxury day tender

Dopo il debutto al Cannes Yachting Festival 2018, Cranchi svela i segreti dei suoi ultimi gioielli, E26 Classic ed E26 Rider, in attesa dell’ammiraglia Settantotto (guarda il video).  Si tratta di due imbarcazioni di 26 piedi dalle caratteristiche inedite, prodotti polivalenti e dal design distintivo.
E26 Classic è un day cruiser dal carattere sportivo, con uno stile unico e sofisticato, in perfetto equilibrio tra essenzialità contemporanea e suggestioni vintage.
E26 Rider nasce dalla stessa ispirazione, ma riesce a sorprendere ulteriormente grazie alla sua grande versatilità. Questo bowrider con motore fuoribordo, infatti, è l’ideale per le uscite in giornata e, allo stesso tempo, ha una vocazione da tender di lusso al servizio di un grande yacht o di una villa. Day cruiser o tender: può essere entrambi. Per questo Cranchi ha scelto di definirlo luxury day tender.
Il design dei due modelli è firmato da Christian Grande, ed è caratterizzato da linee pulite, morbide, fluide ed essenziali. Gli E26 Classic e Rider sono barche nobili, come ci si deve attendere da un Cantiere con una storia importante come quella di Cranchi. E allo stesso tempo, sono barche performanti, costruite con metodi di produzione innovativi, combinando in modo sapiente materiali naturali e tecnologici. Imbarcazioni adatte alla navigazione sotto costa e in mare aperto e che richiedono una manutenzione minima, anche dopo un’intera stagione in acqua.

E 26 CLASSIC
Il dritto di prua spiccatamente verticale che caratterizza il profilo dell’E26 Classic trasmette fin dal primo sguardo il carattere classico e sportivo dell’imbarcazione. Il profilo della barca e la postazione di pilotaggio promettono sportività, mentre la sensazione di benessere a bordo è esaltata da dettagli eleganti e raffinati. Sono forti i richiami alla tradizione, come ad esempio il ponte di prua in teak, che rievoca il retaggio classico delle barche in legno e fa da contrappunto visivo alla plancetta di poppa anch’essa ricoperta in teak. E non mancano certo le soluzioni innovative e funzionali. Il comfort è assicurato a partire dal grande prendisole a poppa che copre il vano motore in cui trova alloggiamento anche un tendalino a scomparsa che all’occorrenza può garantire ombra al pozzetto. La dinette a centro barca è servita da una seduta a L che dà continuità al prendisole di poppa e da due sedili pivotanti (per pilota a destra e co-pilota a sinistra) che si possono rivolgere verso prua durante la navigazione e verso poppa nei momenti di convivialità. Ad accentuare il carattere sportivo di E26 Classic contribuisce il parabrezza avvolgente e a tutto baglio che offre protezione al pilota e a chi lo affianca. Al centro del parabrezza si apre un varco che dà pratico accesso al il ponte di prua. Sotto lo stesso ponte trovano spazio una piccola cabina e un vano toilette, per assicurare una comoda permanenza a bordo durante l’intera giornata e, volendo, anche di notte.

E26 RIDER
In sostanza è un innovativo bowrider dotato di motore fuoribordo. Il dritto di prua e le linee fluide dello scafo trasmettono sensazioni identiche a quelle del Classic: anche in questo caso ci troviamo al cospetto di un classico contemporaneo. Il ponte di prua ospita un’area lounge con piano allo stesso livello del pozzetto. Il ponte è comodamente raggiungibile attraverso un’apertura a centro barca e può accogliere gli ospiti in tutta sicurezza anche con la barca in movimento. Due divanetti contrapposti, uno verso la murata di destra e l’altro verso sinistra, si prestano ad essere sfruttati sia come sedute sia come chaise longue. Con uno sviluppo molto armonico la distribuzione degli spazi prosegue anche a centro barca: il pozzetto si rivela come vero cuore dell’imbarcazione, un’area elegante e sorprendente per dimensioni, con soluzioni funzionali che lasciano massima libertà a chi vive a bordo. Con perfetta simmetria, sulle due murate si fronteggiano due grandi divani, mentre i sedili di pilota e co-pilota sono pivotanti e si possono orientare verso i divani per estendere ulteriormente l’area dedicata alla convivialità. A fianco della consolle di pilotaggio, sulla sinistra, trovano spazio un lavandino e un comodo vano toilette. A poppa, il motore fuoribordo è affiancato sui due lati da due plancette: appendici eleganti che fungono da spiaggetta, facilitando sia l’accesso a bordo, che diventa più pratico e sicuro, sia l’ingresso in acqua e la risalita, agevolata da una comoda scaletta ritraibile. “Nessun limite al movimento, nessun limite alla libertà”, assicurano dal  quartier generale di Piantedo. E c’è da crederci.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *