CCN, quando il sogno è Fuoriserie…

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

CCN 31 metri

CCN (Cerri Cantieri Navali) ha chiuso il 2017 con un brindisi molto speciale. Il cantiere di Avenza (Gruppo Gavio), infatti, ha trovato sotto l’albero la terza commessa dell’anno: uno yacht di 31 metri destinato a un armatore europeo. Si tratta di un’imbarcazione dislocante in alluminio della gamma Fuoriserie, vale a dire modelli unici espressamente disegnati su richiesta dell’armatore. Il progetto è firmato da Guido de Groot Design per interni ed esterni, mentre lo Studio Ginton ha curato l’architettura navale.
CCN 31 metri presenta linee esterne classiche e sobrie, di un gusto senza tempo, e si caratterizza soprattutto per contenuti tecnologici altamente sofisticati e grande attenzione ai temi di eco-sostenibilità ed efficienza ambientale. L’imbarcazione, infatti, sarà dotata di due eliche Schottel STP 150 FP comandate con sistema ibrido che prevede sia i motori tradizionali diesel sia motore elettrico alimentato da generatori o da batterie, per una navigazione a bassi consumi e ridotto impatto ambientale. Lo yacht, inoltre, sarà equipaggiato con sistemi di stabilizzazione antirollio sia con giroscopi sia con pinne per garantire il massimo comfort e sicurezza all’ancora e in navigazione. I due motori CAT C9.3 B garantiscono una velocità massima di 12,5 nodi che si riducono a 8 nella modalità elettrica.
Il layout prevede la cabina master e due cabine ospiti sul ponte inferiore mentre un ampio salone con grande divano a L, area pranzo e cucina a vista occupano gli spazi coperti del main deck, alle spalle della timoneria. All’esterno, a prua e poppa su questo stesso ponte, trovano posto due comode zone conversazione. Una seconda stazione di pilotaggio è situata sul fly bridge, interamente dedicato alla vita all’aria aperta con lettini prendisole, zona bar e area pranzo. La spiaggetta di poppa è occupata da un tender di 5,5 metri.
Grande flessibilità e centralità del cliente caratterizzano l’intera gamma proposta da CCN, alle prese con un nuovo  50 metri – Lysithea 50 – disegnato dallo Studio Bacigalupo sullo scafo di successo di Elsea, possibile nelle versioni idrogetto o linea d’assi. Prosegue intanto la produzione della più tradizionale linea 102′ FlyingSport in vetroresina cui si affiancano i progetti di Tommaso Spadolini, la serie di piccoli megayacht in acciaio e alluminio di 30 e 35 metri e una linea explorer-type disegnata da Vallicelli. Completamente nuova, invece, la proposta di un 33  metri  superaccessoriato in alluminio – CCN 33 FlyingComfort – disegnato da Carlo Cerri (esterni) e da Stefano Vafiadis (interni). Sempre nella fascia dei 33 metri in alluminio, CCN propone anche due progetti, il 33DOM e il 36DOM disegnati da Stefano Vafiadis. Prosegue anche la collaborazione con Floating Life: oltre al K40, le due aziende propongono anche il C415 (41,5 metri) che ne rappresenta la naturale evoluzione.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *