Bénéteau First, il ritorno della leggenda

Comments (0) Barche a Vela, Cantieri

  • Bénéteau First 27
    Bénéteau First 27
  • Bénéteau First 18

Torna la leggendaria gamma sportiva Bénéteau First con quattro nuovi modelli. Dopo l’acquisizione del cantiere sloveno Seascape, Bénéteau riporta in auge la sua leggendaria gamma con il lancio di quattro modelli da 14 a 27 piedi ultra performanti. Costruiti sui disegni di Sam Manuard, i nuovi 14, 18, 24 e 27 sono creazioni originali Seascape e firmano il ritorno del colosso francese nel segmento della vela sportiva. La tournée mondiale di queste nuove barche a vela durante i grandi appuntamenti d’’utunno, sarà accompagnata dal team che si occupa dello sviluppo della nuova gamma First: un dream team di appassionati che unisce le culture dei due cantieri. L’acquisizione di Seascape permette Bénéteau non solo di rinnovare l’offerta su un segmento che ha modellato la sua storia, ma anche di infondere una nuova cultura allo sviluppo della settima generazione della gamma First.
A fianco di Luc Joëssel, che ritroviamo anche come pilota del progetto Figaro Bénéteau 3, Gianguido Girotti e Luca Brancaleon (direttori generali di Bénéteau), Kristian Hajnsek e Andraz Mihelin (cofondatore e dirigente di Seascape) insieme con François Coutant (che ha accompagnato lo sviluppo del marchio sloveno e dei suoi prodotti a partire dal 2009), formano una super squadra di lavoro in grado di rispondere alle esigenze di una nuova generazione di skipper.
La carena larga e planante dei quattro nuovi First assicura divertimento. Piacevoli e sicuri, questi piccoli First hanno l’ambizione di offrire sensazioni degne di una barca a vela da crociera alla portata di tutti. A bordo, tutto è stato studiato per semplificare all’estremo le manovre per navigare divertendosi al massimo. Sportivi ma di facile utilizzo, questi spider dei mari riprendono lo spirito puro dei primi First e ricordano quello di Wizz, prodotto da Bénéteau agli inizi degli anni 80. Questa piccola unità leggera ed originale che ha segnato un’intera generazione, a suo tempo ha ampiamente contribuito allo sviluppo della vela sportiva in Europa. Se le sensazioni e il divertimento offerti dai First 14, 18, 24 e 27 sono vicine a quelle dei predecessori, la tecnologia ha dal canto suo fatto passi da gigante. Dietro alla semplicità e alla purezza di queste barche a vela soffia lo spirito di vele high-tech che ritroviamo anche sul  nuovo Figaro Bénéteau 3. Grazie a un albero in carbonio, una carena estremamente stabile e un ampio pozzetto, i quattro nuovi First presentano il migliore rapporto superficie velica-peso del mercato. In altre parole, sono i più leggeri e i più rapidi della loro categoria.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *