Dubai Boat Show, ecco le stelle del Golfo

Comments (0) Dubai Boat Show, News, Saloni

  • Azimut 66 Flybridge
    Azimut 66 Flybridge
  • Azimut Atlantis 43
    Azimut Atlantis 43
  • Baglietto presenta il progetto 50 metri della gamma V-Line
    Baglietto presenta il progetto 50 metri della gamma V-Line
  • I modelli Cranchi ormeggiati a Marine Club di Dubai
    I modelli Cranchi ormeggiati a Marine Club di Dubai
  • La flotta Crn al Dubai Boat Show
    La flotta Crn al Dubai Boat Show
  • Ferretti FSD195
    Ferretti FSD195
  • Gulf première per Ferretti Yachts 550
    Gulf première per Ferretti Yachts 550
  • Monte Carlo Yachts 86, l'ospite d'onore
    Monte Carlo Yachts 86, l'ospite d'onore
  • La Dualis Thruster di Cmc Marine
    La Dualis Thruster di Cmc Marine

Quelli che… il carburante costa circa 50 centesimi di euro il litro e non pagano le accise per il Belice! Quelli che… non si lanciano piatti e coltelli. Quelli che… la politica resta fuori dal recinto. Quelli che… di tutto e di più. Per farla breve, quelli che… il Dubai International Boat Show, oasi felix di un pianeta Nautica sempre più schizofrenico tra scissioni e battaglie legali, da noi come in Francia. La rassegna, gestita dal Dubai World Trade Centre, si svolge al Dubai International Marine Club di Mina Seyahi. Forte di una storia lunga 25 anni, la rassegna emiratina è tra gli eventi più attesi nel calendario dello yachting internazionale. E, come in tutti i più importanti saloni nautici del mondo, anche al Dubai Boat Show 2017  (dal 28 febbraio al 4 marzo) sono schierate le eccellenze della nostra cantieristica. Eccone alcune, in ordine alfabetico, pronte a conquistare il Golfo.

AZIMUT YACHTS
Sono cinque le imbarcazioni a marchio Azimut YachtsAzimut 77 S (due versioni con layout diverso), Azimut 66 Flybridge, Azimut 50 Flybridge e Azimut 43 Atlantis. “Il marchio Azimut Yachts – dice Enrico Chiaussa, Asia Pacific, Middle East & Africa area manager per Azimut Yachts, è un leader storico in Medio Oriente e noi vogliamo consolidare questa posizione di leadership. Già da qualche anno abbiamo avviato una strategia di capillarizzazione della rete di concessionari locali, nominandone in ogni territorio al fine di garantire un maggiore focus sul cliente. Attualmente siamo presenti in Uae, Kuwait, Qatar, Bahrain, Giordania, Arabia Saudita, Libano e Egitto, e possiamo confermare che questa strategia ha già dato ottimi risultati in termini di vendite. In partnership con i nostri concessionari ultimamente abbiamo aperto nuovi uffici negli Emirati Arabi Uniti e in Qatar, per affiancare e supportare il cliente anche nell’after-sales. Gran parte del focus ora è concentrato sulla collezione Grande della quale abbiamo già consegnato diverse unità nella passata stagione e per la quale progettiamo il lancio di due nuovi modelli (tra cui la flagship 35 metri) nei prossimi 12 mesi a Dubai”.

BAGLIETTO
Dopo la vendita di un 46 metri Fast, Lucky Me, Baglietto intende consolidare la presenza in Medio Oriente, area strategica per il brand. Ed ecco che al Dubai Boat Show il marchio del Gabbiano presenta la nuova gamma disegnata dallo studio Hot lab (che già include due progetti di 41 e 44 metri). Si tratta del nuovo 50 metri semi dislocante in alluminio, che va a completare la nuova serie V-Line, imbarcazione sotto le 500 t di stazza, che si caratterizza per i considerevoli volumi, in particolar modo delle aree conviviali, sia esterne sia interne. La prua verticale conferisce al progetto, come già alle sistership più piccole, linee moderne e dinamiche, ma non aggressive, che trovano ispirazione nell’architettura e nel car design senza però rinunciare allo stile Baglietto.
“Sono molto soddisfatto degli sforzi nella ricerca e sviluppo che abbiamo promosso in questi ultimi mesi – dice Michele Gavino, managing director del celebre marchio. Baglietto si presenta a Dubai con una gamma completa e grandemente flessibile, potendo offrire ai propri clienti prodotti diversi sia per tipologia sia per materiali e che va dalle imbarcazioni fast in alluminio (la linea Fast) alla più tradizionale linea dislocante in acciaio e alluminio (la T-Line che porta la firma di Francesco Paszkowski Design), cui si affianca la nuova V-Line caratterizzata dalla prua verticale e da linee più moderne e accattivanti”.
Attualmente nel cantiere della Spezia sono in costruzione cinque superyacht. Oltre al prototipo delle linea MV19, infatti, sono in produzione un nuovo 55 metri dislocante, una unità della linea Fast da 43 metri e due nuovi 48 metri della linea dislocante.

CRANCHI 
Anche per il cantiere di Piantedo (Sondrio), quello del Middle East è un mercato in forte crescita, ben presidiato dal concessionario Cranchi Yachts Gulf (Suite 209, Citadel Tower, Business Bay PO Box 122261 Dubai). Tre le imbarcazioni in vetrina al Dubai Boat Show: 60 Fly, il nuovo 56 Ht e M44 Ht. Si tratta della gamma di nuova generazione dello storico marchio Cranchi, tipica azienda familiare che ha saputo aggredire la crisi investendo su nuovi e avveniristici modelli che continuano a riscuotere un eccellente successo internazionale.

FERRETTI GROUP
Gulf première per Ferretti Yachts 550. E poi il ritorno di Crn; i modelli più significativi del marchio Riva (Aquariva, 88′ Domino Super, 76′ Perseo, 92′ Duchessa, 68′ Ego Super e Iseo); Navetta 33 CrescendoFSD195 (la nuova divisione Ferretti Security & Defence) arrivato al Marine Club direttamente dall’Idex-Navdex di Abu Dhabi. “Il Middle East – dice Stefano De Vivo, chief commercial officer di Ferretti Group – insieme con l’Europa, rappresenta per tutti i marchi del gruppo, e in particolare per Crn, uno dei mercati principali. Dubai Boat Show è un’importante occasione di incontro, dove potremo mostrare l’eccellenza della nostra arte navale a una clientela esperta, esigente ed appassionata, presentando le ultime novità di Crn e degli altri marchi, le costruzioni in corso e i nuovi concept. L’obiettivo primario di Crn è quello di costruire yacht su misura, in maniera sartoriale, plasmati seguendo le esigenze dei clienti senza porre alcun limite, in modo che possano vivere nel massimo comfort in mare come a casa propria”. Il gruppo d Forlì partecipa al Dibs in collaborazione con i suoi dealer esclusivi per l’area del Medio Oriente: Art Marine e Sea Pros.

MONTE CARLO YACHTS
Quel blu oceano dello scafo si staglia superbo nelle acque del Marine Club. Un dipinto d’autore chiamato Mcy 86, ospite d’onore del 25° Dubai Boat Show (area Md-65). “L’armatore è entusiasta – afferma Carla Demaria, presidente Monte Carlo Yachts – Siamo molto orgogliosi di questo yacht, come lo siamo ogni volta che un armatore realizza il suo sogno. È un’imbarcazione bella e ricca di soluzioni originali: non vediamo l’ora di mostrarlo ai visitatori di questa importante rassegna nautica”.
Mcy 86 è stato progettato e personalizzato in ogni dettaglio per soddisfare le esigenze del suo armatore omanita. La finitura della carena dalle suggestive nuance metalliche preannuncia l’eleganza degli ambienti interni, arricchiti da tessuti, marmi e pietre naturali. Con i suoi 26 metri, il pluri-premiato Mcy 86 è oggi il secondo yacht per dimensione della collezione, e rappresenta al meglio la vision e lo stile del cantiere di Monfalcone. Disponibile in cinque diversi layout, Mcy 86 presenta dettagli e soluzioni di stile attinte dal meglio che il made in Italy e il made in France possano offrire. La presenza di Monte Carlo Yachts a Dubai Show conferma l’eccellente partnership con SF Yachts, con il quale il cantiere continua a lavorare per sviluppare ulteriormente il mercato mediorientale.
“Siamo molto orgogliosi di portare questa barca a Dubai – dice Francesco Pitea, ad di SF Yachts – e siamo certi che questo yacht, sorprendente in termini di bellezza e possibilità di customizzazione, ci permetterà di far crescere la presenza di Monte Carlo Yachts in Medio Oriente”.

CMC MARINE
Anche il settore sistemi & componenti, infine, è ben rappresentato con Cmc Marine. L’azienda pisana partecipa al Dubai Boat Show per il secondo anno consecutivo insieme con il dealer per l’area medio-orientale Bts Marin e propone la sua gamma completa di sistemi per la stabilizzazione e il controllo ad attuazione elettrica, forte di un incremento delle vendite sul mercato estero del +20% rispetto all’esercizio precedente, segno che la qualità e l’innovazione dei prodotti Cmc sono sempre più riconosciuti ed apprezzati anche fuori dei confini nazionali. Molti dei cantieri presenti al salone hanno già scelto di equipaggiare i propri yacht con i sistemi Cmc Marine. La partecipazione al Dubai Boat Show conferma la volontà dell’azienda di continuare a investire su questo mercato che si è già dimostrato molto interessato all’offerta dei suoi prodotti sempre più innovativi.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *