Fulvio Dodich presenta Rosetti Superyachts

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

  • Rosetti Marino Group. Il progetto 85 metri firmato da Tommaso Spadolini
    Rosetti Marino Group. Il progetto 85 metri firmato da Tommaso Spadolini
  • Fulvio Dodich, presidente di Rosetti Superyachts
    Fulvio Dodich, presidente di Rosetti Superyachts
  • Il cantiere Rosetti Marino nel porto di Ravenna
    Il cantiere Rosetti Marino nel porto di Ravenna

Dalle navi high-tech per l’industria petrolifera offshore-inshore al settore dei superyacht. Rosetti Marino Group presenterà ufficialmente il nuovo progetto nel corso di una conferenza stampa in programma il 29 novembre a Milan. Occasione che segna anche il ritorno di un nome importante della nautica da diporto, quel Fulvio Dodich già top manager di Ferretti Group e Sanlorenzo, da oggi presidente e partner (con una quota del 10%) della nuova divisione Rosetti Superyachts che ha sede a Montecarlo.
Fondata nel 1925, la Rosetti Marino Spa è tra i leader mondiali nella progettazione e nella costruzione di un’ampia gamma di navi commerciali, dai rimorchiatori oceanici alle navi di servizio per le piattaforme fino a quelle passeggeri, equipaggiate con i più avanzati sistemi di propulsione, automazione, ausili di navigazione e impianti di controllo. Quotato al listino di Piazza Affari, il gruppo Rosetti Marino è composto da una galassia di 18 società, 9 filiali e 1.200 dipendenti. Il suo cantiere italiano San Vitale, nel porto di Ravenna, occupa una superficie totale di 240mila metri quadrati e include pontili, ormeggi e un’area coperta di circa 17mila metri quadrati. A oggi il cantiere ha varato 119 navi da 40 a 140 metri di lunghezza.
“Abbiamo deciso di lanciare questa iniziativa basata sulla notevole esperienza di Rosetti Marino, sul solido contesto finanziario e sulle eccezionali infrastrutture, per creare superyacht di alto livello che siano semi o totalmente customizzabili e al contempo fornendo eccellenze tecniche e soluzioni innovative – dice Fulvio Dodich – Stiamo proponendo yacht made in Italy disegnati e costruiti seguendo i più alti standard tecnici e di sicurezza, qualità che già caratterizzano tutte le società di Rosetti Marino Group”.
Per realizzare questo programma, Dodich ha coinvolto il progettista di fama internazionale Tommaso Spadolini, incaricato di sviluppare imbarcazioni da 48 a 85 metri. Il primo di questi concept è un supply vessel di 85 metri di 2.200Gt con motori principali Mtu e sistema propulsivo Rolls Royce. Sarà disponibile in due configurazioni con helipad centrale o poppiero. Helipad e sovrastruttura prodiera sono collegati tramite una passerella centrale che si sviluppa in mezzo al ponte che accoglie i grandi tender e i toys.

FULVIO DODICH
Dopo aver iniziato la propria carriera nell’attività di famiglia nel mondo del movimento terra, nel 1996 entra in Ferretti Spa come vice presidente Sales&Marketing, con il compito di aumentare il giro d’affari e di espandere la rete vendita a livello internazionale. Nel settembre 2012 viene nominato managing director della divisione Ferretti Yachts. Nel 2005 anche la divisione Mochi Craft passa sotto la sua direzione, seguita l’anno successive da Custom Line. Nell’agosto 2006 viene nominato general manager della holding Ferretti Spa. È il febbraio 2013 quando Fulvio Dodich entra in Sanlorenzo nella veste di amministratore delegato, carica dalla quale si dimette nel luglio 2014 per motivi familiari, pur rimanendo nel cda fino alla fine dell’anno. Da dicembre 2014 a dicembre 2015 lavora come advisor per diverse società di private equity sviluppando nuovi progetti industriali e collabora a diversi programmi universitari nel settore del Complex System management. Da oggi Dodich è partner e presidente di Rosetti Superyachts.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *