Dubai International Boat Show. E che Show!

Comments (0) Dubai Boat Show, News, Saloni

Dubai International Boat Show. Si alza il sipario sull’edizione numero 24 (1-5 marzo) dell’evento nautico leader del Medio Oriente, una regione strategica in termini di crescita economica e di potenziale commerciale nonostante qualche segnale di bolla finanziaria in arrivo. La rassegna si svolge al Dubai International Marine Club. L’offerta merceologica del salone emiratino non include soltanto yacht e imbarcazioni di lusso, ma anche attrezzature e servizi, con settori dedicati alle barche a vela, alla pesca e agli sport acquatici. E come sempre l’industria nautica italiana fa la parte del leone. Al Marine Club, infatti, sono presenti Ferretti Group, Azimut Yachts, Baglietto, Mondomarine, Cmc Marine.
Ferretti schiera una flotta di sette yacht in rappresentanza dei marchi Riva e Pershing. Première assoluta per gli Emirati Arabi Uniti, il 76′ Perseo, nuovo coupé della flotta Riva. Azimut Yachts, forte del successo ottenuto dall’incremento delle vendite negli ultimi cinque anni grazie alla strategia vincente di presentare sempre nuovi modelli, comunica che in particolare Azimut 72 e Magellano 66 sono già sold out dopo pochi mesi dalla presentazione. L’azienda di Paolo Vitelli, per garantire il massimo livello di assistenza agli armatori ha creato Gulf Service Manager con un tecnico specializzato italiano pronto a coordinare tutte le attività di assistenza e after sale nelle aree del Golfo. Mondomarine (Savona), invece, presenta il suo modello più recente, il “Serenity”.
La rassegna di Dubai è anche una tappa importante per CMC Marine, consolidata realtà industriale in fatto di sistemi di stabilizzazione, timonerie per yachts e navi passeggeri sopra i 16 metri, presente per la prima volta con uno stand nell’area Equipment Supplies & Services. Prima assoluta di un’altra azienda italiana, la SeaNet Group, leader nella progettazione e fornitura di equipaggiamenti navali.
Al Dubai International Boat Show non poteva mancare Baglietto. Lo storico cantiere spezzino (parte del Gruppo Gavio) presenta il suo fantastico Pachamama. Per l’occasione, il “Gabbiano” è presente nell’area SYBAss, la Superyacht Builders Association, associazione che unisce e rappresenta i principali costruttori al mondo di grandi yacht.
Come Gentedimare2.0 ha riferito nel servizio del 29 febbraio dal titolo “Ucina, faro italiano sul mondo“, l’associazione natutica confindustriale presieduta da Carla Demaria, è presente a Dubai con uno stand istituzionale Ice-Ucina nell’area “Equipment Supplies & Services” ie che comprense anche una superficie espositiva.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *