E lo chiamarono Corsaro, il predestinato

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

E lo chiamarono Corsaro. Ebbrezza della sportività e lusso assoluto: emozioni irrinunciabili per chi vuole il massimo dalla vita. E’ il nuovo 30 metri nato nella casa dell”Icona delle icone: Riva Yachts! L’oggetto del desiderio e un flybridge, nato dalla collaborazione fra Comitato Strategico di Prodotto Ferretti Group, dipartimento engineering, e il designer Mauro Micheli, fondatore insieme con Sergio Beretta di Officina Italiana Design (lo studio che disegna in esclusiva l’intera flotta). 100′ Corsaro è l’erede di yacht leggendari, sintesi perfetta di comfort, prestazioni, stile, tecnologia, design e sicurezza. E quel tocco di classe in più, che è l’essenza di un marchio dal nobile lignaggio.
“Riva torna da protagonista nel segmento flybridge, nel quale ha già creato modelli straordinari, che hanno conquistato i clienti più esigenti – dice Stefano de Vivo, chief commercial cfficer di Ferretti Group – Riva 100′ Corsaro ha già colpito i nostri armatori per l’incredibile design e le affascinanti scelte stilistiche. Basti pensare che, come un megayacht, prevede una vasta zona privata per l’armatore sul ponte di coperta, grazie alla cabina padronale wide body, oltre a quattro suite sottocoperta e un ampio sundeck totalmente personalizzabile. La prima unità è stata venduta Asia, in occasione del Gold Coast di Hong Kong, ed è già in costruzione nel cantiere della Spezia. Sarà presentata a settembre, alla nostra Private Preview di Montecarlo, qualche giorno prima del debutto mondiale, al Cannes Yachting Festival 2016“.
L’originalità di Riva 100’ Corsaro è davvero destinata a lasciare un segno nella storia del glorioso marchio. La sua silhouette si protende come la punta di una freccia, regalando al maxi yacht un profilo sportivo e filante che si integra perfettamente con la sua maestosità. Grandi vetrate dominano scafo e sovrastruttura, rendendo memorabile l’impatto estetico di questo yacht e offrendo un’ampia visuale panoramica dall’interno. Tra l’altro è previsto un allestimento alternativo che permette di creare una vastissima suite full beam a poppa, soluzione, questa, voluta dall’armatore della prima unità. Riva 100′ Corsaro installa due diverse tipologie di motorizzazioni, entrambe Mtu 16V Serie 2000. L’armatore potrà scegliere fra una coppia M93 dalla potenza di 2.435 mhp ciascuno, oppure M94 dalla potenza di 2.638 mhp ciascuno. Con la prima motorizzazione il flybridge toccherà i 24,5 nodi di crociera e i 27,5 nodi di velocità massima, mentre con la seconda le prestazioni salgono a 25 nodi di crociera e a 29 di punta massima.  Lo yacht installerà di serie un sistema di stabilizzazione con pinne zero-speed & underway o in alternativa a richiesta gli stabilizzatori giroscopici.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *