Piero Formenti Presidente di Ebi
, Andrea Razeto vice di Icomia

Comments (0) Personaggi

Formenti Presidente di Ebi

Doppio colpo di Ucina-Confindustria Nautica che ha piazzato due dei suoi quattro vice presidenti ai vertici della nautica europea e mondiale

Piero Formenti, vice residente Ucina, è stato nominato presidente di Ebi (European Boating Industry, l’associazione che rappresenta l’industria nautica in Europa). Il nuovo consiglio direttivo, eletto a Danzica nello scorso giugno, resterà in carica per i prossimi due anni. Assumono la carica di vicepresidenti i rappresentanti della Polonia (Polboat) Piotr Jasionowski e della Francia (Fin) Jean-Pierre Goudant, nominato tesoriere. Rimane in consiglio Robert Marx, dell’associazione tedesca Bvww, già presidente di Ebi, ed entra a far parte del consiglio dell’Associazione il rappresentante ceco (Apl) Olda Straka.

A Ebi, con base a Bruxelles a stretto contatto con le istituzioni europee, aderiscono a oggi quattordici nazioni. La Federazione opera a diretto contatto con più di 7mila aziende legate al settore della nautica in Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Germania, Finlandia, Francia, Grecia, Italia, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito.
Piero Formenti dal 1979 è il titolare di Zar Formenti, azienda da lui stesso fondata e specializzata nella costruzione di unità pneumatiche: “Sono molto onorato di ricoprire questo incarico, – ha dichiarato – in quanto sono sempre stato convinto dell’importanza del mercato europeo per lo sviluppo dell’industri nautica, in un periodo in cui l’export assume un significato sempre maggiore per la produzione italiana. Per questo motivo credo nell’importanza di una solida e partecipata Federazione Europea e di una stretta collaborazione con tutti gli organi internazionali, in particolare Icomia e Nmma.
Nella foto (da sinistra): il vice vresidente e tesoriere Jean-Pierre Goudant, il past president Robert Marx, il segretario generale Mirna Cieniewicz, il neo presidente Piero Formenti, il vice presidente Piotr Jasionowski, e il consigliere Olda Straka.
Andrea Razeto, anch’egli vicepresidente di Ucina-Confindustria Nautica, è il nuovo vicepresidente di Icomia, l’organismo mondiale per la nautica da diporto. Thom Dammrich, presidente di Nmma (Usa) è stato eletto presidente e succede a Peter Methven (Bmf – Regno Unito). Jouko Huju, direttore denerale di Finnboat, è stato confermato vicepresidente. Nel corso dell’assemblea è inoltre avvenuto il passaggio di testimone alla carica di segretario generale fra Tony Rice, anima di Icomia per oltre un decennio, con Udo Kleinitz, che in passato è stato Technical Manager della Federazione internazionale.
Icomia (The International Council of Marine Industry Associations) rappresenta l’industria nautica a livello internazionale fin dal 1966 e tra gli obiettivi ha quello di promuoverne lo sviluppo e la coesione. Vi aderiscono 35 associazioni nazionali la cui collaborazione costituisce una voce unita a livello mondiale. Il prossimo congresso, che sarà la 50 esima edizione, sarà organizzato nel 2016 a Trieste da Ucina.
Nella foto (da sinistra): il vice presidente e tesoriere Jean-Pierre Goudant, il past president Robert Marx, il segretario generale Mirna Cieniewicz, il neo presidente Piero Formenti, il vice presidente Piotr Jasionowski, e il consigliere Olda Straka.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *