Riva ha fatto il botto (in Officina)

Comments (0) Cannes Yachting Festival, Cantieri, Eventi, Personaggi, Saloni

Officina Italiana Design Il team

Il coupé 76’ Perseo e l’88’ Florida si aggiudicano due Invictus Yachts Trophies a testa come design migliore e barca più accattivante

RIVA FLORIDA NAV-145

Riva Florida

I due nuovi gioielli della flotta sportiva Riva, il coupé 76’ Perseo e l’open convertibile 88’ Florida, disegnati da Officina Italiana Design per il cantiere Riva del Gruppo Ferretti hanno vinto entrambi, nelle rispettive categorie, il “Best Exterior Design Trophy” e il “Most Achieved Trophy” award degli Invictus Yachts Trophies (evento, organizzato come ogni anno da Luxmedia Group, che seleziona e premia i migliori yacht del mondo). La premiazione si è svolta durante una serata di gala organizzata il 12 settembre a conclusione del Cannes Yachting Festival.
Il 76’ Perseo, al suo debutto proprio a Cannes, ha primeggiato nella categoria 50-80 piedi (15-24 metri), mentre l’88’ Florida, il nuovo open trasformabile in coupé, si è imposto nella categoria 80-120 piedi (24-36 metri).  Ovviamente felice Mauro Micheli, yacht designer e co-fondatore insieme con Sergio Beretta di Officina Italiana Design: “Lo sono in particolare per tutto il team dello studio perché è il risultato di un ottimo lavoro d’equipe e una conferma che la strada intrapresa è quella giusta. Non sono stupito della vittoria dell’88 Florida: è una freccia sul mare, l’unica imbarcazione dotata di un sistema (brevettato Ferretti Group) che la rende trasformabile da coupé a cabriolé, che è stata subito ben accolta dal mercato, al punto che l’hanno acquistata anche per essere utilizzata come tender di  megayacht. È Il 76’, Perseo che mi ha più sorpreso: si è imposto in un mercato gremito di imbarcazioni, e quindi in un segmento di mercato più difficile da conquistare. Abbiamo cercato di fare un coupé in linea con Riva, con un design molto equilibrato, per armatori che amano il mare e vogliono viverlo in maniera assoluta e in totale privacy.
”L’aver conquistato quattro  riconoscimenti con due barche, per il design degli interni e per la barca migliore nel suo insieme è per noi molto lusinghiero – aggiunge Sergio Beretta – Sebbene il vero premio, quello più importante, rimane comunque l’apprezzamento da parte del mercato. È questa la sfida più grande per uno studio di design: ideare il prodotto che piace a una coralità di persone. E pare proprio che ci siamo riusciti, grazie anche alle qualità garantita dal cantiere che da sempre è un eccellenza del made in Italy”.

RIVA PERSEO NAV-111

Riva Perseo

Il 76’ Perseo ha colpito la giuria internazionale per  le linee accattivanti sportive e al contempo eleganti sottolineate dalla livrea di argento metallizzato. Hanno colpito molto anche la particolare cabina armatoriale che occupa quasi la metà del sottocoperta e gli oltre 40 mq di superfici vetrate tutte realizzate  in doppia curvatura, vero traguardo tecnologico.  L’88’ Florida, invece, ha catturato l’attenzione dei giurati per la sua doppia anima: open e coupé con l’innovazione tecnologica del “Convertible Top”, ideato dallo studio di design bergamasco insieme con la Direzione Engineering del gruppo Ferretti e qui installato per la prima volta. Anche in questo caso è piaciuto il contrasto creato dalla bicromia “Moon Grey e “Bright Black”, che esalta le linee filanti di questo 26 metri dall’anima sportiva insieme alla  grande vetrata continua presente sulla murata.
Officina Italiana Design, che tra l’altro ha disegnato una ventina di barche per il marchio Riva, ha aperto recentemente anche un ufficio a Miami, Florida, ospite della sede americana del Gruppo Ferretti. Interessante, infine il restayling del sito, (www.italianadesign.it) oggi più ricco di contenuti.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *