Amsterdam, il Mets parla italiano

Comments (0) Accessori, Mets Amsterdam, News, Saloni

Carla Demaria, presidente di Ucina-Confindustria Nautica: “Un altro primato, Italia leader anche nel settore degli accessori”. Il made in Italy schiera ad Amsterdam Rai il gruppo straniero più numeroso: 206 aziende, 66 delle quali hanno aderito alla collettiva organizzata da Ucina in collaborazione con Ice Agenzia. Cinque imprese italiane tra le nomination per il prestigioso “Dame Award 2015” 

Il made in Italy sarà grande protagonista al Mets (Marine Equipment Trade Show), evento dedicato al settore accessori, impianti e materiali, in programma ad Amsterdam dal 17 al 19 novembre 2015.  Sono 206 le aziende italiane che esporranno i propri prodotti sul mercato internazionale. Di queste, ben 66 hanno aderito alla collettiva organizzata da Ucina-Confindustria Nautica. L’Italia, quindi, si conferma il primo gruppo straniero per numero di espositori.

Carla Demaria

Carla Demaria, presidente Ucina

“Un altro primato per la nostra industria nautica – ha detto Carla Demaria, presidente di Ucina – leader non solo nella costruzione di imbarcazioni di ogni dimensione, ma anche in questo settore che è evidentemente strategico nella costruzione di quella qualità unica che ci è riconosciuta in tutto il mondo. I cantieri stranieri spesso si rivolgono ai nostri accessoristi sapendo di trovare prodotti unici per design e funzionalità”. 
Uno spazio di 1.650 metri quadrati ospiterà la collettiva mentre le cui aziende saranno divise all’interno dell’Italian Pavillion e del Superyacht Pavillion. Ucina, con il supporto del ministero dello Sviluppo Economico e di Ice Agenzia, sarà presente con uno stand istituzionale presidiato dalla stessa Ucina e dall’ufficio Ice di Bruxelles presso il quale gli espositori della collettiva italiana troveranno spazio per i propri incontri business e servizi loro dedicati, tra cui ospitalità e interpretariato.
Ucina, inoltre, lunedì 16 novembre è stata protagonista della conferenza legata al tema del riciclo e della sostenibilità The Future of Yacht Recycling. Tra i relatori il presidente Carla Demaria, il delegato ambientale Antimo Di Martino e il presidente del settore turismo e porti Roberto Perocchio.  Un’occasione per fare il punto su un argomento di attualità per il quale Ucina dimostra sensibilità e interesse, a partire dalle modifiche apportate in Senato – su proposta dell’Associazione – al testo del cosiddetto Collegato ambientale (Disposizioni per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali). Le norme che prevedevano il sostegno all’acquisto di prodotti derivanti dal ciclo di rifiuti urbani infatti, ora si estendono anche “al recupero degli scarti rinvenenti dal disassemblaggio”: fra questi c’è sicuramente la vetroresina risultante dalla demolizione e lo smaltimento di imbarcazioni.
“Sul tema del riciclo della vetroresina – ha aggiunto Carla Demaria – Ucina sta lavorando da anni coinvolgendo anche gli istituti universitari. Esprimiamo grande soddisfazione per l’accoglimento da parte del governo della nostra visione del problema del fine vita delle imbarcazioni, basata su principi di  economia circolare e quindi di trasformazione e recupero e non di semplice risposta con azioni di smaltimento. Il riciclo delle unità che non possono più navigare è un’esigenza etica e ambientale che tutta l’industria si  pone con forza.” 
Ucina presiederà nell’ambito delle federazioni internazionali Ebi e Icomia il programma dei lavori dei Comitati Superyacht, Tecnico, Statistico, Ambientale.
L’Italia, infine, partecipa al Dame Award 2015, il prestigioso riconoscimento per il migliore prodotto di design: sono cinque le aziende connazionali tra le nomination: Exit Carbon, con Magnifico Tender Fender, Navionics, con Dock-to-dock Autorouting, Opacmare, con Pantograph door with unlocking emergency device, Osculati, con Raft e Palagi Marine Lights Srl con L9100.

ESPOSITORI COLLETTIVA UCINA
Aemme Colori, Albatross, Allufer Tempesta, Almar, Arimar, AS Di Vito Labruna, ATI Mariani & C, Besenzoni, Boero Bartolomeo‐Div Boero Yacht Coatings, Boero Bartolomeo, Brava Nubian, C&C Shipping Solutions, Canepa & Campi, CAN‐SB Marine Plastics, Catef, Cecchi Gustavo & C, Centro estero Umbria‐Umbria Trade Agency, Ceredi di Ceredi Giovanni e C, Coelmo, Condaria 87, Devint, Dixplay, Enrico Polipodio, F.lli Razeto & Casareto, Fluiten Italia, Foresti & Suardi, Forniture Nautiche Italiane, FPT Industrial, Frigomar, Frigonautica, Gfn, Gianneschi Pumps and Blowers, Guidi, Idromar international, Italvipla, Lechler, Liguria Produce, Magicotex, Marco, Metalstyle, Motomar, Nautinox, Nemo Industrie, Olcese Ricci, Osculati, Osmosea, Palagi Marine Lights, Rancati, Reggiani Nautica, San Giorgio Sein, Sati Trading, Schenker Italia, Scoprega, Sidermarine Unipersonale, Solimar, Speich, Tecnoform, Tecnoseal, Tessilmare, Ubimaior, Uflex, Veleria San Giorgio, Wamblee, Yacht Controller, ZAR Formenti

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *