Wally e un sito sul Tirreno nel mirino Ferretti

Comments (0) News, Primo piano

Nel mirino Ferretti c'è Wally

Un cantiere sul Tirreno, a sud della Spezia, e un grande marchio della vela nel mirino Ferretti. «Spero di prendere Wally – ha spiegato Alberto Galassi, amministratore delegato del Gruppo di Forlì – Stiamo negoziando da mesi. Ci crediamo molto perché si tratta di un brand straordinario, sinergico con gli altri brand del gruppo Ferretti, ma è un’operazione molto complicata».
Secondo Galassi, «l’accordo potrebbe chiudersi a inizio 2019 se le condizioni a cui è sottoposta l’intesa si realizzeranno». Con tanto di annuncio in anteprima forse già al Monaco Yacht Show, al più tardi al Boot Düsseldorf. L’investimento, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe aggirarsi attorno ai 30 milioni di euro.
Wally è un marchio icona della vela nato dalla visione del suo fondatore, Luca Bassani. Design, tecnologia e automazione hanno rivoluzionato il mondo delle barche a vela con il ricorso, per primo, alla fibra di carbonio. Il successo? Basti pensare che Wally annovera tra i suoi armatori Lindsay Owen Jones, ex presidente di L’Oréal al suo terzo Wally, gli imprenditori Simonetta Seragnoli e Andrea Recordati. E poi la nuova barca, il Wally 145 piedi di Marco Tronchetti Provera, firmato da German Frers e in costruzione nei cantieri Persico Marine di Massa Carrara e che sarà consegnato all’armatore nel maggio 2019. Per la cronaca Persico Marine è un’eccellenza mondiale in fatto di barche hi-tech (Volvo Ocean Race, America’s Cup, Tp52).
Ma subito dopo il sogno Wally, nel mirino Ferretti Group c’è anche la ricerca di un «un sito dedicato» perché la società monegasca non possiede più cantieri. Ferretti Group ha urgente bisogno di un nuovo cantiere per la costruzione dei maxiyacht. Ed ecco che spunta qualcosa sul Tirreno.
«L’operazione è complicata perché il marchio Wally ha una storia travagliata dal punto di vista giuridico – ha concluso Galassi – Con Luca Bassani siamo in piena sintonia e se dovessimo riuscire a perfezionare l’accordo intendiamo collaborare con lui».
Nato nel 1995, il cantiere Wally, oggi vanta ben tre linee di prodotti (vela, motore e navette dislocanti) e decine di superyacht che navigano nei mari di tutto il mondo. Nonostante il suo design sia ancora il più copiato dai cantieri navali di tutto il mondo, basta uno sguardo per riconoscere una delle imbarcazioni del cantiere di Luca Bassani.
Ferretti Group – rilevato dalla cinese Weichai e partecipato con il 13,2% da Piero Ferrari – è tra i leader mondiali della nautica da diporto (623 milioni il valore della produzione 2017).

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *